Personal Genetic Manifesto

Salute e Alimentazione - Obesità Genetica... quando la Genetica diventa un supporto nella cura dell’obesità

Gli esseri umani sono tutti diversi e ciò è dovuto primariamente ai nostri geni. Vi sono differenze visibili a tutti come il colore dei capelli e degli occhi, ma ve ne sono altre più nascoste che determinano, ad esempio, come ciascuno di noi sia in grado di metabolizzare i nutrienti che ingerisce, specialmente quando associati ad una particolare dieta. Ciò significa, molto semplicemente, che ciascuno di noi interagisce con gli alimenti in una maniera personale ed unica.

Dal punto di vista genetico, tuttavia, gli esseri umani sono quasi identici tra loro, sebbene in ciascun gene si trovino delle piccole variazioni che determinano importanti differenze. Il tipo più comune di tali variazioni è conosciuto come Single Nucleotide Polimorphism, o SNP. L’insieme di queste piccole differenze determina il modo in cui l’esposizione a molteplici fattori ambientali influisce sul nostro organismo e sulla nostra salute. Tra i vari fattori ambientali a cui ognuno di noi è quotidianamente esposto, il più invasivo e per fortuna il più controllabile è sicuramente il cibo.

Una esigenza vitale come l’assunzione quotidiana di cibo può trasformarsi per alcune persone in una grave patologia: l’obesità. L'obesità è una patologia multifattoriale, tipica, anche se non esclusiva, delle società dette "del benessere". Essa è quasi sempre correlata ad altre malattie, tra queste le disfunzioni cardiocircolatorie, il diabete, patologie a carico del sistema osteo-articolare, l’ictus ed altre sindromi minori. Alla base dell'obesità è quasi sempre una cattiva abitudine alimentare associata ad uno stile di vita sedentario, ma, nonostante questo, l'obesità può essere anche legata, oltre ai sopraccitati fattori ambientali, anche a caratteristiche genetiche, a disfunzioni ormonali e alla psiche del paziente.

Una dieta salutare contribuisce ad una vita lunga e sana e ad un benessere psico-fisico; ma cosa esattamente si deve intendere per una dieta sana? Ed è la stessa per tutti? Le risposte sono No. La stessa "taglia" non sta bene a tutti, ovvero la "dose di nutrienti consigliata" non è la stessa per tutti. Negli ultimi dieci anni sono stati fatti enormi progressi nel campo della genetica applicata alle abitudini alimentari: un effetto negativo del cibo, come l’obesità, potrebbe essere rivisto alla luce del proprio profilo genetico. Queste conoscenze sono ora a disposizione di tutti coloro che desiderano sapere come migliorare il proprio benessere psico-fisico e come esprimere al meglio il proprio patrimonio genetico. Noi siamo solo questo: i nostri geni e la loro interazione col mondo ed in particolare con il cibo.

I geni dunque influenzano la quantità e la qualità di alimenti di cui ciascuno ha bisogno. I test di genetica scoprono per noi quali siano questa quantità e qualità dei nutrienti, sia in termini di quantità minime di vitamine e minerali necessarie a ciascuno, sia di quantità massime di sostanze tollerabili da ciascuno, quali i grassi saturi, lo zucchero, la caffeina, il sale, ecc… Questo semplice test genetico analizza numerosi SNP genetici i cui risultati sono tradotti in un personal report. Il personal report spiega il significato di ciascuna variazione genetica alla quale far corrispondere una dieta personalizzata con la qualità e la quantità corretta di ciascun alimento. Non si tratta di una dieta radicale, ma di un supporto scientifico sul quale basare dei cambiamenti al proprio regime alimentare ed al proprio stile di vita che a lungo termine fanno una differenza sostanziale per la salute ed il benessere dell’organismo al fine di evitare gravi danni all’organismo. L’esame analizza le variazioni genetiche associate alla predisposizione all’obesità. Non è un test diagnostico, né un’analisi di rischio: non rivelerà alcuna malattia ereditaria. Non rivela geni "malati", solo diverse versioni di geni. Tutti i geni inclusi interagiscono in qualche modo con l’ambiente e in particolare con il metabolismo delle sostanze nutritive e ciascuno di noi è in grado di metabolizzare tali sostanze in modo più o meno rapido. Il corpo è un organismo complesso e i geni non agiscono da soli: i geni e l’ambiente (dieta, stile di vita, qualità dell’aria, stress, ecc.) lavorano in sinergia e possono influenzare la nostra salute in positivo o in negativo. Il patrimonio genetico di una persona (genotipo) è fissato al momento del concepimento, ma l’effetto che i fattori esterni esercitano sulla nostra salute può essere controllato nel seguente modo: a) conoscendo il genotipo nelle sue specifiche variazioni e b) conoscendo come le specifiche variazioni interagiscono con i fattori esterni. Queste informazioni consentono per la prima volta di adottare un’alimentazione ed uno stile di vita ottimali per il nostro patrimonio genetico, consentendoci di preservare e sviluppare al meglio le nostre potenzialità, riducendo la probabilità di sviluppare una patologia così attuale come l’obesità, dalle gravi conseguenze per l’organismo.


Torna ai servizi Personal Genetics.