Personal Genetic Manifesto

Salute del cuore... la salute cardiaca dipende da un bilanciamento complesso di fattori ambientali, dietetici e genetici

La salute cardiaca dipende da un bilanciamento complesso di fattori ambientali, dietetici e genetici. E’ possibile analizzare il DNA per una serie di geni che, in base alle ricerche mediche più recenti, hanno un ruolo importante nella

Attività antiossidante

Alcuni svolgono un'attività antiossidante che contribuisce a combattere i danni causati dai radicali liberi. I radicali liberi sono stati associati alla formazione di placche nelle arterie. E’ possibile identificare varianti che alterano la produzione e la regolazione di enzimi antiossidanti e causare quindi patologie cardiache.

Livelli di omocisteina

L'organismo possiede dei geni che agiscono sul livello di omocisteina presente nel sangue. Le ricerche scientifiche più recenti hanno rilevato che un alto livello di omocisteina può essere un fattore determinante nel rischio di patologie cardiache. I livelli di omocisteina possono tuttavia essere mantenuti entro limiti accettabili mediante un consumo adeguato di vitamina B.

Livelli di colesterolo

Sono numerosi i geni che agiscono sui livelli di colesterolo LDL e HDL. Un alto livello del colesterolo LDL, il cosiddetto colesterolo "cattivo", è associato a un maggior rischio di patologie cardiache.

Flusso ematico

Molti geni svolgono una funzione importante per i vasi sanguigni e per il flusso ematico. Alcune varianti in questi geni possono potenzialmente aumentare il rischio di alta pressione sanguigna dovuta alla costrizione, o al restringimento dei vasi sanguigni.

Infiammazioni

Esistono infine geni associati alla risposta a condizioni infiammatorie. Alcune varianti di questi geni possono causare reazioni troppo forti o inappropriate, aumentando il rischio di patologie cardiovascolari


Torna ai servizi Personal Genetics.